Scritto da 16:00 Non solo vino

A Napoli è di moda il Pandoro salato: 3 rivisitazioni gastronomiche del dolce veronese

Dimenticate la lenta lievitazione e lo zucchero a velo. In Campania il Pandoro è salato!

È questa l’ultima moda che sta dilagando a Napoli dove il celebre dolce natalizio a otto punte, nato a Verona sul finire del 1800, è stato reinventato per diventare un antipasto o un secondo piatto da servire durante le feste. Del resto basta cambiare gli ingredienti per ottenere un prodotto artigianale e di alta qualità che del suo originale conserva solo la forma. E allora perché non lasciarsi tentare? Di seguito trovate 3 singolari varianti partenopee di Pandoro salato del 2021.

Il Pandoro di Mozzarella di Ciro Amodio
E’ dalla lunga esperienza di Ciro Amodio, brand leader in Campania per la produzione di latticini, che nasce il Pandoro di Mozzarella. Un golosa idea regalo nata dal perfetto connubio tra antica arte casearia e la più originale creatività campana: un latticino di 1,5 kg chili circa realizzato con latte di bufala di alta qualità. La lavorazione è opera di esperti casari che cuociono il latte fino ad ottenere una pasta filata morbida ed elastica che viene fatta riposare in appositi stampi a stella. Dopo cinque ore il risultato è un pandoro salato dalla crosta liscia e omogenea che racchiude al suo interno un freschissimo cuore di latte. Un prodotto artigianale dal sapore inimitabile, da regalare o regalarsi,  per rendere speciale l’antipasto delle feste. Disponibile solo su prenotazione.

 

Il Pandorello di pasta al forno della rosticceria La Padella
Si chiama Pandorello ed è l’ultima novità de La Padella 1967, storica indirizzo napoletano con sede in piazzetta Arenella nel quartiere Vomero, che in occasione del Natale 2021 ha deciso di prendere letteralmente per la gola i clienti lanciando un originale un pandoro rustico: un inedito sformato di pasta a otto punte – proprio come il dolce veneto – realizzato con generose stratificazioni di melanzane fritte, provola e abbondante pomodoro. La celebre rosticceria nota per i suoi pranzi da asporto  – dai primi piatti della tradizione campana ai rustici, dalle pizze in teglia alle fritture tipiche partenopee – lancia dunque una nuova tendenza che piace ai pastalovers e ai tutti coloro che desiderano celebrare il Natale in maniera originale.

 

Il Pandoro di Carne di S.Qui.Sito
Accurata selezione delle materie prime, filiera corta e controllata, lavorazione artigianale. Sono queste le caratteristiche del Pandoro di Carne di S.Qui.Sito, la boutique gastronomica alle porte di Sant’Anastasia che questo Natale propone ai suoi clienti una rivisitazione salata del fine pasto delle feste. Il dolce veneto diventa per la prima volta un secondo piatto da servire ad amici e parenti durante cene di famiglia: l’impresa è affidata agli esperti della carne di S.Qui.Sito che ogni giorno selezionano le migliori carni provenienti da allevatori nazionali e internazionali. Per gli amanti della carne rossa c’è il Pandoro di Manzo dal sapore ricco e deciso, chi invece predilige le carni bianche può scegliere il Pandoro di Pollo e Tacchino dal gusto più leggero e delicato. Tutti i pandori di carne S.Qui.Sito possono essere personalizzati su richiesta con spezie e granella di frutta secca – mandorle, pistacchi e noci –  pronti per essere acquistati in boutique e cotti in casa. Disponibili previa prenotazione.

Visited 36 times, 1 visit(s) today
Condividi

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti e inviti agli eventi sul mondo del Vino
Close Search Window
Chiudi