Scritto da 12:00 Non solo vino

Oggi è International beer day! 4 birre insolite per l’estate 2023

Un’estate caldissima quella di quest’anno e come poter sopravvivere a tanti gradi se non con una birra ghiacciata tra le mani?

L’universo delle birre si sa è davvero enorme, ce ne sono di tutti tipi e per tutti i gusti. Da quelle prodotte dagli antichi monasteri trappisti ai nuovi birrifici indipendenti. Noi di Wine&Thecity amiamo tutto ciò che è particolare e fuori dal convenzionale.
Ecco quindi 4 birre unconvetional in occasione della giornata internazionale della birra da provare assolutamente quest’estate.

SKYWALKER
Per chi non può fare a meno della caffeina, c’è la birra Skywalker prodotta dall’azienda Babylon a Folignano (AP). Una birra ad alta fermentazione d’ispirazione inglese. La sua particolarità sta nella presenza di chicchi di caffè tra gli ingredienti. Skywalker viene realizzata con l’utilizzo di grani di caffè verde provenienti dalla Costarica, che vengono prima affumicati con legno di ciliegio e noce e poi tostati. La ricetta prevede inoltre l’aggiunta  di grue di cacao venezuelano. Questi processi donano alla birra un leggero contrasto tra dolce e amaro, cioccolato e torrefazione. Una birra sicuramente di carattere ma morbida e dalla facile beva.

skywalker

MARIALGA
Amanti del mare, abbiamo anche la birra che fa al caso vostro è Marialga. La nuova birra nata dalla collaborazione tra Marianna Vitale, chef stellata di Sud Ristorante e Armando Romito di Maestri del Sannio, produttore con sede a Cerreto Sannita (BN). Marialga è una birra fermentata in botte con un ingrediente speciale: l’alga, più precisamente la lattuga di mare. L’alga viene messa a macerare in una birra precedentemente fermentata e affinata in botti di rovere francese per due anni. Una volta imbottigliata, la birra riposa per almeno quattro mesi fino alla rifermentazione. Una birra dal naso pungente, con un intenso odore marino, salmastro, con note di malto e sentori tipici della fermentazione spontanea.

KING KONG
Per i chocolovers non poteva mancare la propria birra. Si chiama King Kong ed è una birra al cioccolato e vaniglia prodotta dal birrificio War a Cassina de’ Pecchi (MI). King Kong è un imperial stout di ispirazione americana, prodotta con l’aggiunta di grue di cacao e vaniglia bourbon del Madagascar. Una birra scura, potente e piuttosto corposa. Il sapore amaro del cacao è ben bilanciato dalla dolcezza della vaniglia. Avvolgente al palato con una spiccata alcolicità di 11% Vol che rende persistente i sentori principali del cioccolato, vaniglia e liquirizia.

kingkong

YUZUMI
C’è poi la birra per chi ama i sapori agrumati e freschi. Yuzumi è una birra di Livebarrels, produttore con sede a Carpaneto Piacentino, che si ispira alle American Wheat Beer, interpretazione americana delle birre di frumento. In questa birra vengono aggiunti lo yuzu e il cocco. La birra prende il nome dal villaggio di Yuzumi, all’interno della prefettura di Kochi, in Giappone, zona caratterizzata da distese di agrumeti e yuzu selvatici, vecchi anche più di 300 anni. Da qui nasce l’idea di realizzare una birra che racchiudesse gli aromi dello yuzu, un agrume aromatico che è un mix tra la freschezza del mandarino e l’acidità del limone. Yuzumi è una birra fragrante che si lascia bere, in perfetto equilibrio tra l’acidità dello yuzu e la morbidezza del cocco.

Visited 20 times, 1 visit(s) today
Condividi

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti e inviti agli eventi sul mondo del Vino
Close Search Window
Chiudi