Scritto da 13:30 Non solo vino

C’è Colomba e Colomba

Pochi giorni, poche ore alla Santa Pasqua: se siete cultori del prodotto artigianale, della gastronomia d’eccellenza o della patisserie d’alto rango e se avete già individuato il vostro miglior uovo di cioccolato o la pastiera più tradizionale, allora vi manca l’ultimo must della tavola dolce per queste feste: la colomba.

Siamo in tempo per un acquisto ponderato e goloso: per questo abbiamo selezionato (e assaggiato) una breve serie di laboratori e artigiani di questo delicato lievitato, che in pochi anni ha essenzialmente traslato il suo miglior polo di produzione dal nord Italia alla Campania.

È di Torrone Di Iorio 1750 da Montemiletto (Avellino), infatti, il più gustoso e alveolato manufatto dello Stivale, vincitore del celebre contest nazionale “Regina Colomba” per il 2022. Dai torroni (per cui sono celebri) alla pasticceria e i lievitati, il patròn Gianni Festa racconta la storia di ben cinque generazioni di dolciai: la loro Colomba più originale è quella al Monachino, una torrone morbido dedicato a un frate del vicino convento dei Cappuccini di Sant’Egidio, che voleva una versione più morbida del torrone (più adatta ai denti dei suoi anziani confratelli).

colomba di iorio

Francesco Sposito da Brusciano, Peppe Guida dalla Penisola Sorrentina e Paolo Barrale in centro Napoli sono tre fra vari pionieri “stellati” dei grandi lievitati dolci sulla tavola delle occasioni: la loro colomba vanta un uso sapiente di ingredienti territoriali superiori, ma soprattutto di fattura e cottura esperte con risultati riconosciuti e… ahinoi “limited edition”.

colomba taverna estia

colomba nonna rosa

colomba paolo barrale

Da Pepe Mastro Dolciere a Sant’Egidio del Monte Albino la colomba è scioglievole per eccellenza: questa storica pasticceria ha raggiunto negli anni notorietà e riconoscimenti nazionali, soprattutto grazie all’impegno e il talento del compianto maestro Alfonso Pepe.

colomba pepe

Il torrese Carmine Di Donna (in brigata da Gennarino Esposito) ha sfornato, tra le altre, due colombe esclusive ai sapori di Sicilia: una al miele d’api nere e arance di Ribera Dop e una al cioccolato a latte e mandarino tardivo di Ciaculli.

carmine di donna

A limone e limoncello quella di Salvatore Capparelli in piazza San Gaetano al Centro Antico: infusione al limoncello con gocce di fondente e una sac a poche con crema di limone per una farcitura …a sentimento.

colomba salvatopre capparelli

Gay Odin, storica fabbrica del cioccolato, con punti vendita a Napoli, Roma e Milano, propone la Colomba ricoperta di cioccolato foresta, fiore all’occhiello del brand partenopeo.

colomba gay-odin

Versione rustica per Leopoldo Infante che dai suoi bar a pois lievita varie colombe (anche senza glutine) e, forte degli impasti per il celebre tarallo, ne produce anche una salata con mandorle, capocollo irpino e provolone del monaco.

colomba leopoldo

I fratelli Malafronte tra Gragnano e Napoli sono lievitatori che dai pani ai dolci infornano un impasto delicato e burroso, arricchito in omaggio alla Campania Felix con bontà regionali come la pellecchiella vesuviana, l’amarena o la mela annurca casertana. Non mancano la versione classica e quelle con gocce di cioccolato e alla gianduia.

colomba malafronte

È declinata al babà, invece, la succulenta variante di Luigi Conte da Carinaro, che manco a dirlo si chiama Colombabà.

colomba luigi conte

Mentre la Colomba Flegrea di Francesco Dalena profuma di falanghina, si impasta con burro di bufala, lievito madre, agrumi canditi, clementine e mandarini cumani o limoni flegrei e poi viene inscatolata con vasetti di marmellata a kilometro zero.

copia clementina flegrea

Visited 12 times, 1 visit(s) today
Condividi

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti e inviti agli eventi sul mondo del Vino
Close Search Window
Chiudi