Scritto da 17:05 Napoli

I Cento sbarcano a Napoli. Ieri la presentazione della Guida

I Cento sbarcano anche a Napoli. Ieri è stata presentata alla Fondazione Made in Cloister la prima edizione della guida ai ristoranti “I Cento Napoli”, pubblicata dalla casa editrice EDT e in libreria dal 26 aprile. 

Nella guida i cento migliori luoghi della ristorazione di Napoli, cento schede per cento indirizzi suddivisi in due sezioni: 40 ristoranti TOP e 60 indirizzi POP che riuniscono trattorie popolari, pizzerie storiche e contemporanee e street food, dalle tripperie alle rosticcerie. 
Alla presentazione, nel cinquecentesco chiostro di Santa Caterina a Formello, hanno partecipato chef, ristoratori, giornalisti e tanti protagonisti del food&wine, tra gli altri Paolo Barrale di Aria Restaurant, Lino Scarallo di Paolazzo Petrucci, Marco Ambrosino di Sustanza, Giuseppe Iannotti di 177 Toledo, Puok burger, JJ Carni e Vini, Mimì alla ferrovia, Antica Friggitoria La Masardona, J Japanese restaurant e Ristorante Al 53 con la wine list curata da noi di Wine&Thecity e i cocktail realizzati con il liquore Salvia e Limone di Compagnia dei Caraibi.

Tanti i premi speciali consegnati e una classifica di dieci locali preferiti, che ha premiato quest’anno George Restaurant come “miglior ristorante di Napoli” tra I locali Top. tutti a pari merito, un solo vincitore di sezione, assegnato alla maestra delle pizze fritte Isabella De Cham come “miglior locale Pop di Napoli”. 

Mentre il premio “pizzeria dell’anno” lo vince OMG! La pizza di Gennaro Melillo, tra i nomi emergenti della pizza napoletana.

La guida premia anche il lavoro di chi si è maggiormente distinto in cucina e in sala, assegnando alcuni riconoscimenti. Il premio Lavazza “In Punta Di Sala” è andato al Ristorante Europeo Mattozzi, uno dei locali più storici del centro di Napoli. Il premio Carlo Alberto Vermouth Di Torino “La Tradizione È Servita” non poteva non essere assegnato a Mimì alla ferrovia. Il Premio Galup “Innovazione In Cucina” è invece andato al Ristorante Sustanza, guidato dallo chef Marco Ambrosino, mentre il Premio Salvia & Limone “La Dolce Vita” è stato dato a Classico Ristorante Italiano per l’attenzione rivolta alla proposta dolci. Il premio Wine&Thecity “La Cantina Curiosaè stato assegnato a JJ Carni e Vini, una cantina capace di dare spazio a diversi vignaioli italiani e a tante “chicche”.

Il premio Scabec, “L’estetica nel Piatto” è andato a 177 Toledo, il progetto napoletano dello chef Giuseppe Iannotti all’interno di Gallerie d’Italia.

Qui la classifica dei primi 10 locali TOP
1. George Restaurant Premio Gesac “Miglior Ristorante di Napoli”
2. Palazzo Petrucci
3. 177 Toledo
4. Ristorante Sustanza
5. Restaurant Essencia
6. Ristorante Europeo Mattozzi
7. Mimì alla Ferrovia
8. Aria Restaurant
9. Michelasso
10. JJ Carni e Vini

I CENTO
Nata a Torino, dove dal 2009 è il più amato e venduto vademecum per i golosi piemontesi, la guida I Cento ha raccontato negli anni tante piazze d’Italia: Milano, Roma, Firenze, Genova, Bari. E ora, nel 2024, arriva Napoli grazie al sostegno di GESAC-Società di gestione degli aeroporti di Napoli e Salerno, con l’obiettivo di offrire ai tanti turisti in arrivo in aeroporto una guida innovativa che valorizzi le eccellenze di una città indissolubilmente legata alla sua ristorazione. I Cento sono una guida indipendente e libera, rigorosa e divertente: gli autori sono quelli dell’edizione “madre”, Stefano Cavallito & Alessandro Lamacchia – avvocati-gourmet, da trent’anni firme de “La Repubblica” – e Luca Iaccarino, collaboratore del “Corriere della Sera” e food editor di EDT; con loro Luciana Squadrilli, tra le migliori penne enogastronomiche italiane. “Più che critici gastronomici, siamo cronachisti di cento storie gastronomiche in una città che ne avrebbe da raccontare mille”.

Visited 137 times, 1 visit(s) today
Condividi

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti e inviti agli eventi sul mondo del Vino
Close Search Window
Chiudi