Scritto da 20:00 Viaggi

Orto Ghezi, il progetto di Mimmo De Gregorio

Orto Ghezi Mimmo De Gregorio 8

L’idea di un orto tutto suo gli ronzava in testa da tempo. <<Era un desiderio più che un progetto>>. Poi, i lunghi mesi di pandemia gli hanno dato il tempo della riflessione e l’opportunità giusta.

È nato così l’Orto Ghezi, l’orto dispensa di Mimmo De Gregorio, oste e anima appassionata de Lo Stuzzichino, l’osteria di famiglia a Sant’Agata sui Due Golfi. Dal 1989. Una certezza: Tre Gamberi del Gambero Rosso 2022 tra le migliori Trattorie del Sud Italia e la Chiocciola di Slow Food. Papà Paolo e mamma Filomena in cucina, Mimmo in sala con la moglie Dora che si diletta a fare dolci. Una bella storia di famiglia, come tante in Penisola sorrentina. Mimmo è un vulcano e la sala non gli basta. Ecco allora il progetto di una piccola produzione di qualità, l’ Orto Ghezi: 3541 metri quadrati di terra, fatica e passione. Un orto curato come un giardino, a pochi passi dall’osteria. <<È la nostra dispensa. Qui coltiviamo pomodori, verdure, ortaggi e tutto quello che poi lavoriamo in cucina>>. Prodotti a metro zero.

l’Orto Ghezi, l’orto dispensa di Mimmo De Gregorio 6

Dal campo alla tavola. E non solo. Perché l’orto è generoso, la penisola sorrentina è terra straordinaria e la produzione è tanta. Nascono allora le conserve e i sott’oli Orto Ghezi: passate di pomodoro che profumano ancora di sole, composte e marmellate. Poi ci sono le mele che provengono da un piccolo meleto che si trova in via Pontone, a circa 1 km dal ristorante, un altro progetto ancora, dedicato alla Mela Limoncella di Sant’Agata, ma anche ad altre varietà storiche del posto come la Mela Sergente, la Renetta e la mela Indovina. Mimmo ha messo in rete altri piccoli artigiani e produttori della Penisola Sorrentina: sono Vittoria Brancaccio con la sua azienda agricola biologica Le Tore, sempre a Sant’Agata; il caseificio Turuziello di Schiazzano, piccola frazione di Massa Lubrense; l’azienda di Gennaro De Angelis che alleva polli sulle colline di Sorrento; il gamberetto di nassa di Crapolla di Antonino Morvillo ed infine la pasta di Gragnano di Gerardo di Nola.

l’Orto Ghezi, l’orto dispensa di Mimmo De Gregorio 4

Il risultato è un ricco paniere di cose buone, di belle storie. Filiere virtuose che raccontano territori e passioni contadine. <<A gennaio inizierò con l’e-commerce>>, anticipa Mimmo che con l’etichetta Orto Ghezi vuol proporre il meglio della sua terra: dall’extra vergine di oliva alla pasta di Gragnano, ai liquori. L’orto dispensa non è l’unica novità: nella palazzina accanto al ristorante, Mimmo ha aperto una nuova cucina laboratorio, si chiama Laboratorio Orto Ghezi F2F ovvero Farm to Fork, dall’Orto alla Tavola.

A vista dei fornelli c’è un grande tavolo di legno: per cene esclusive e corsi di cucina con “spesa” direttamente nell’orto. Gli americani ne vanno pazzi. L’esperienza proposta è una totale immersione nella vita locale: con cesto e cappello di paglia, gli ospiti vanno prima a raccogliere primizie nell’orto, poi tornano in cucina e si cimentano ai fornelli. Il progetto di accoglienza non poteva non avere anche le camere: ecco allora la Casa di Dora, il b&b accanto all’osteria.

l’Orto Ghezi, l’orto dispensa di Mimmo De Gregorio 2

Tre belle camere, con living e angolo cottura, bagno privato, materiali e design contemporaneo. Lo chiamano D&B, Dinner&bed. È l’idea della locanda di una volta: si cena e si dorme. E al risveglio una prima colazione dolce e salata che profuma di torte fatte in casa, marmellate di agrumi, pane olio e pomodoro e i latticini locali.

Via Deserto, 1 Sant’Agata sui due golfi (Napoli)
081 533 0010

Visited 54 times, 1 visit(s) today
Condividi

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti e inviti agli eventi sul mondo del Vino
Close Search Window
Chiudi