Scritto da 15:24 Wine News

Alla Vigna di San Silvestro con Vitica: la vigna dei Borbone alla Reggia di Caserta

tenuta fontana vitica

La due giorni di Terra di lavoro Wines è stata un susseguirsi di eventi, masterclass, degustazioni e visite che hanno visto protagoniste le 5 denominazioni tutelate da VITICA, Consorzio Tutela Vini Caserta.

Tra le visite più emozionanti quella alla storica Vigna di San Silvestro, una visita speciale alla scoperta di un luogo affascinante, ricco di storia e biodiversità all’interno dell’Oasi WWF del Bosco di San Silvestro. Durante l’epoca borbonica gli immensi terreni della Reggia di Caserta non erano solo a scopo decorativo ma servivano anche per la produzione di vari prodotti che sarebbero poi arrivati sulla tavola reale. Tra i diversi vitigni coltivati, il Pallagrello era quello preferito dal Re Ferdinando IV, definito anche il re contadino perché amava il contatto con la natura e il territorio.

tenuta fontana vitica 2

Finalmente dopo oltre 160 anni d’inattività, l’antica Vigna Borbonica tanto amata dal Re è tornata in vita, una rinascita fortemente voluta dalla Reggia di Caserta, grazie al progetto che nel 2018 ha visto affidare il recupero di questo storico sito all’azienda Tenuta Fontana. A partire dal 2018 sono stati reimpiantati nell’appezzamento di circa 1 ettaro i filari dell’antico vitigno Pallagrello bianco e nero, durante questa fase si è cercato di preservare al massimo la biodiversità circostante. L’azienda, infatti, segue le regole dell’agricoltura biologica, in vigna vengono utilizzati materiali biodegradabili, senza alcun impatto ambientale , come ovviamente in cantina durante le successive fasi.

tenuta fontana vitica 5

Un lavoro svolto da Tenuta Fontana con tanta passione e amore per il territorio casertano che ha portato alla prima produzione, circa 2 anni fa, di una piccolissima nicchia di bottiglie di Pallagrello bianco. Un vero e proprio piccolo tesoro come afferma la stessa Mariapina Fontana, fondatrice insieme al fratello dell’azienda Tenuta Fontana: “ Da una piccola entità può nascere un tesoro unico”. Il nome delle prime bottiglie di Pallagrello bianco non poteva non essere dedicato al Re: OroRe è questo il nome scelto, e provarlo in esclusiva è stato davvero un privilegio.

Per l’affinamento del Pallagrello bianco, vitigno con un alto tasso di alcolicità, l’azienda utilizza delle anfore di terracotta, una via di mezzo tra acciaio e legno, che grazie alla micro ossigenazione conferisce al vino delle note di fiori d’acacia e miele. La meravigliosa passeggiata all’interno dell’Oasi di San Silvestro si conclude con le parole di Cesare Avenia, Presidente del Consorzio Vitica: “ Mi devo complimentare con Tenuta Fontana  perché ha fatto una cosa incredibile, riportare in vita una vigna del genere ha un valore emozionale enorme per tutti, in primis per loro che hanno investito in questo progetto ma anche per noi del consorzio e per tutti i produttori della provincia di Caserta”

Visited 21 times, 1 visit(s) today
Condividi

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti e inviti agli eventi sul mondo del Vino
Close Search Window
Chiudi