Scritto da 10:00 Non solo vino

International coffee Day: 5 caffè nel mondo

caffe nel mondo international coffee day

Turco, napoletano o vietnamita? Il caffè ha i suoi riti nel mondo. E i suoi proseliti. Ogni giorno si consumano 2,6 miliardi di tazze di caffè nel mondo.

E noi, per celebrare la giornata internazionale del caffè, vi portiamo in viaggio dalle Americhe all’Asia.

Il caffè turco
Il caffè turco chiamato Türk kahvesi  è una vera e propria istituzione, basti pensare che dal 2013 è stato dichiarato patrimonio immateriale dell’Unesco. È realizzato nel tradizionale bricco di ottone, l’ibrik, si macina al momento per ottenere una polvere sottilissima. Si serve in piccole tazze e spesso è aromatizzato con delle spezie. Una volta versato, bisogna aspettare pochi secondi per far si che la polvere di caffè si depositi sul fondo.  Al caffè turco, è legata la caffeomazia, l’arte di leggere i fondi del caffè, i residui di macinato e acqua che si depositano sul fondo servono per leggere e prevedere il futuro.

caffe nel mondo international coffee day 4

Il caffè napoletano
“Na tazzulell e cafè” e la giornata di un napoletano può cominciare. Napoli in Italia è senza dubbio la capitale del caffè; deve essere espresso, ristretto, denso e cremoso, rigorosamente accompagnato da un bicchiere d’acqua, che va assolutamente bevuto prima. Uno degli inviti più frequenti a Napoli è: “ Ti posso offrire un caffè?” al quale è veramente difficile dire di no. Un rito tutto napoletano è quello del “caffè sospeso” un gesto di grande generosità, che consiste nel pagare un caffè a degli sconosciuti per regalare un sorriso a una persona meno fortunata.

Il caffè etiope
In Etiopia il caffè è la principale fonte economica . L’invito a partecipare al rituale del caffè per il popolo dell’Etiopia significa manifestare la propria ospitalità e dimostrare un profondo senso di amicizia. La cerimonia del caffè, può durare fino a un’ora e inizia con la tostatura dei chicchi di caffè, per rilasciare l’aroma in tutta la stanza, i chicchi macinati si versano con l’acqua, nella caffettiera di terracotta chiamata “Jebena”. La tradizione prevede che venga ripreparato 3 volte, il primo caffè detto Awel  si porge ai padri, il secondo chiamato Kole’i, viene offerto alle madri e il terzo il Bereke, il più leggero viene dato ai bambini.

caffe nel mondo international coffee day 3

Il caffè vietnamita
Il Vietnam è il secondo maggior produttore di caffè al mondo, dopo il Brasile. Il caffè tradizionale prodotto è noto come ca phe phin, il caffè una volta macinato viene posto all’interno di un filtro chiamato phin,dal quale gocciola direttamente nella tazzina, il rito del caffè richiede molta pazienza, il liquido scende goccia dopo goccia e occorrono fino a 10 minuti per ricavarne una tazza. Questo caffè ha un gusto molto forte e intenso.

Il caffè messicano
Il Messico è la nazione leader per la produzione di caffè biologico, il caffè è inoltre uno dei prodotti più esportati dal Paese.  Un modo tradizionale di preparare il caffè in Messico è il café de olla, che  ha origine antichissime ed è parte integrante della cultura gastronomica messicana, viene preparato in una pentola di terracotta detta olla, al caffè macinato si aggiungono in infusione le stecche di cannella, talvolta anche l’anice stellato e uno zucchero chiamato piloncillo, si consuma caldo e viene servito in tazze di terracotta.

caffe nel mondo international coffee day 7

Visited 17 times, 1 visit(s) today
Condividi

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti e inviti agli eventi sul mondo del Vino
Close Search Window
Chiudi