Scritto da 15:15 Wine News

CellarVerse, startup che lancia le cantine nel metaverso

cellar verse

Il vino inonda il metaverso? Chissà, per ora nasce CellarVerse, la prima startup gratuita e 100% made in Italy lancia le cantine nel futuristico universo 3D.

L’obiettivo è offrire alle cantine la possibilità di utilizzare, oltre a quello tradizionale, un canale alternativo di vendita che si sta espandendo sempre più in Italia e nel mondo, e di arrivare a un pubblico più giovane e ampio creando una user experience immersiva. Per entrar a far parte della rete, CellarVerse richiede alle cantine un numero minimo di 12 bottiglie che saranno poi immesse nel metaverso. Le bottiglie che vengono selezionate sono vintage o di collezioni limited edition, realizzate per essere vendute solo tramite l’acquisto di un NFT. L’azienda in questo modo dà la possibilità di accedere al proprio network anche a piccole cantine con prodotti di nicchia e di alta qualità.

cellarverse computer vino nft

“Il numero massimo non è definito ma non puntiamo su grandi numeri quindi difficilmente pianificheremo più di 240 bottiglie della stessa cantina in un anno. Le vendite sono basate su release limitate a distanza minima di 1 mese fra una e l’altra, ogni release conterrà le bottiglie di cantine da 1 a 4”, spiega la CEO dell’azienda Rosangela Mastronardi.  “ A differenza di altri, la nostra idea è quella di rimanere contenuti con i rilasci per creare maggior valore e unicità all’NFT associato alla bottiglia fisica così come prodotta dalla cantina o con la collaborazione di un artista”. Ogni utente può acquistare una bottiglia che continuerà a essere fisicamente conservata in cantina, ma che diventa a tutti gli effetti di proprietà del compratore che ne possiede la versione virtuale. Avere un NFT all’interno dell’account, o all’interno del wallet collegato, concede il diritto di accedere alla community.

nft cellarverse

CellarVerse ha attivato anche collaborazioni con diversi artisti, tra cui Mr. Savethewall, l’artista comasco esponente della Street art e divenuto famoso per i suoi murales “inusuali” e anche con Deodato Arte, il brand leader in Italia e punto di riferimento in tutto il mondo per Pop e Street Art. Per i membri della propria community, la startup garantisce l’accesso a eventi che si terranno in una cantina nel metaverso, ancora in fase di realizzazione, che sarà il punto di ritrovo virtuale per gli utenti e verrà utilizzata dalle cantine per presentare i propri prodotti. Non mancheranno  eventi in luoghi fisici e reali. L’idea della startup è nata da Paolo Angeleri, che si occupa della parte tecnologica per fare in modo che la società sia sempre al passo e da Rosangela Mastronardi che invece si occupa di strategia, scegliendo le bottiglie con le Cantine Partner. Il tutto è stato realizzato con il supporto di Salvatore Bruno, Antonella Groppo e Daphne Rechberger.

Visited 2 times, 1 visit(s) today
Condividi

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti e inviti agli eventi sul mondo del Vino
Close Search Window
Chiudi