Scritto da 11:30 Wine News

Dom Ruinart Rosé 2004 è il “Supreme World Champion”

Paysage moucharabieh - Rosé 2004

Un rosè sul podio degli champagne. È il Dom Ruinart Rosé 2004 in formato magnum.

E’ stato appena incoronato Supreme World Champion nella Champagne&Sparkling Wine World Championships, la competizione lanciata dallo scrittore Tom Stevenson nel 2014, che offre una guida annuale dei migliori champagne e spumanti al mondo, degustati rigorosamente alla cieca. Nata nel 1959, la Cuvée Dom Ruinart omaggia lo Chardonnay, l’emblematica uva della Maison, celebrandone i raccolti migliori. Ha conosciuto soltanto 26 annate. Invecchiato con cura e pazienza per quasi 10 anni nelle condizioni ideali offerte dalle Crayères di Ruinart, il vino è poi assemblato e sboccato come da tradizione dello champagne.

RUINART_MAGNUM_ROSE_FACE_BD

La sua espressione rosé è ancora più rara, in quanto comprende una base di Dom Ruinart Blanc de Blancs (80%) miscelato al Pinot Noir vinificato in rosso, entrambi della medesima annata. L’annata del 2004 ha un profilo aromatico complesso e delicato che si accompagna a una lunga persistenza data dalla freschezza dello Chardonnay, che il tempo non ha smorzato, ma ha bensì intensificato durante la maturazione in bottiglia magnum. Il formato magnum è il miglior formato per tutelare la freschezza dei vini: il maggior periodo di maturazione consente lo sviluppo di note più intense. Ruinart ha una lunga tradizione per il rosè: era il 1764 quando Ruinart, prima maison dello Champagne, mise in commercio uno champagne rosato, all’epoca detto «oeil de perdrix. 

Visited 7 times, 1 visit(s) today
Condividi

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti e inviti agli eventi sul mondo del Vino
Close Search Window
Chiudi