Scritto da 16:03 Viaggi

Le Due Torri Agristor: per gastronomi on the road

agristor le due torri esterno

In viaggio sulla SS 6, la Venafrana, Le Due Torri Agristor è un pit stop che merita. Una sosta per chi ama la carne buona, cucinata bene.

Un bel progetto di ristorazione che nasce nel 2006 da un’idea di Salvio Passariello come costola dell’azienda agricola di famiglia, la Fattoria Carpineto: sessanta ettari nel cuore dell’Alto Casertano dove pascolano bovini di razza Marchigiana e Podoliche.

carne e vino agristor le due torri

Le Due Torri Agristor nasce per chiudere una filiera: allevamento, lavorazione delle carni e cucina. In pochi anni è diventato un punto di riferimento per chi viaggia tra queste terre che fanno da cerniera tra Campania e Molise. Il ristorante è proprio sulla direttiva che porta tra le montagne dell’Abruzzo tanto amate dai napoletani, ma è anche un buon indirizzo per chi viaggia alla scoperta di questa ultima propaggine della Campania che ha tanto da raccontare: i borghi di Tora e Piccilli con la piccola frazione di Foresta e le Ciampate del Diavolo, Pietravairano con il teatro tempio di epoca romana, uno dei più belli e rari esempi accertati in Sud Italia, ed ancora Conca della Campania e il Parco regionale di Roccamonfina.

agriturismo le due torri

La carne è gran protagonista in cucina: il grande camino a vista sulla sala principale ricorda le prime stagioni del ristorante quando si cuoceva sui carboni. Oggi i grill in cucina sono quelli di ultima generazione, di quelli che uniscono tecnologia e gusto. Le cotture e le preparazioni sono diverse ed è bene iniziare con una battuta cruda al coltello per assaporare la qualità della materia prima. I bovini sono alimentati secondo una dieta genuina, studiata in collaborazione con un’equipe di veterinari e nutrizionisti e il benessere degli animali è cardine dell’azienda.

ventriglia agristor ,e due torri

A raccontare il percorso è Giuseppe Ventriglia, direttore di sala e sommelier, competente, appassionato come pochi, da anni in forze al progetto di Salvio Passariello. La Tartare di carne Podolica è servita con nocciole di Presenzano tostate, senape e salsa di pomodorino del piennolo, il Roastbeef di Vitello è con salsa tonnata home made, capperi di Salina, olive Salella del Cilento e noci tostate.

piatto agriturismo le due torri

Lo chef Giuseppe Auricchio combina bene sapore ed estetica del piatto, senza tradire la vocazione del luogo. Il primo piatto da prendere sono gli ziti alla Genovese, roccaforte della tradizione con le cipolle della Campania – la ramata di Montoro, la napoletana e quella di Alife – e la carne di vitello cotta 36 ore. La pasta fresca è un altro cavallo di battaglia: cappellacci e tagliolini all’uovo serviti con tartufo nero. Grill e cotture a bassa temperatura per i secondi tra cui spicca un Asado della Fattoria, vitello marchigiano cotto in sottovuoto, laccato al miele di tarassaco e salsa barbecue fatta in casa. I percorsi di degustazione proposti sono due: da 40 euro e da 60 euro con finale dolce.

GENOVESE AGRISTOR LE DUE TORRI

 

Merita un giro in cantina: da una scala stretta e dall’andamento curvilineo si scende nel caveau dove sono custodite circa 2000 etichette nazionali ed estere. È il regno di Giuseppe Ventriglia, fine conoscitore di vini e territorio. Lo spazio è suggestivo: pietra e legno, luci basse e avvolgenti, arredi contadini, fogliame autunnale sul pavimento e bottiglie ovunque. C’è un tavolo per autentici wine lover, per un’esperienza di degustazione unica. La carta dei vini è un tomo di 60 pagine diviso per regioni e con una bella selezione di bollicine d’Oltralpe. E se si indulge a qualche calice in più, Le Due Torri ha anche una manciata di camere alle spalle del ristorante. Ed è sul tavolo un progetto più importante di accoglienza, a livello con la cucina.

Agristor Le Due Torri
Via Venafrana KM 4,700, 81050 Presenzano CE

Visited 47 times, 1 visit(s) today
Condividi

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti e inviti agli eventi sul mondo del Vino
Close Search Window
Chiudi