Scritto da 14:00 Wine News

Il caveau delle Riserve Biondi Santi arriva a Londra

Una collezione di 36 annate delle 40 prodotte fino ad oggi di Brunello di Montalcino Riserva Biondi Santi in questi giorni – e fino al 31 dicembre – è in esposizione (e in vendita) a Londra, nella prestigiosa enoteca Hedonism Wines.

La celebre enoteca londinese mette in vendita la collezione come unica verticale alla cifra di 52.400 sterline (pari a poco più di 61mila euro). Si parte dalla riserva del 1945 fino all’ultima presentata, la 2013. Un vero e proprio sogno per i collezionisti e appassionati. È la prima volta che la riserva Biondi Santi viene portata fuori da  “La Storica”, l’antica cantina dell’azienda toscana dove le bottiglie sono conservate al riparo dalla luce e dai rumori del mondo, uno spazio dedicato interamente alla Riserva. Le bottiglie sono preservate nude all’interno di piccole nicchie, ciascuna dedicata ad un’annata, abbigliate solo con una goccia di cera d’api sopra il tappo di sughero per garantirne l’integrità e la tenuta nel tempo.

Credits fonte @BiondiSanti.it

 

Il Brunello di Montalcino, deve la sua esistenza all’inventiva di Clemente Santi e suo nipote Ferruccio Biondi Santi che nel ‘900 cominciarono a vinificare in purezza il Sangiovese Grosso a Montalcino. Nel 1888 nasce la prima annata di Brunello della storia, un’icona di tradizione enologica. Il Brunello Biondi Santi viene prodotto con uve selezionate a mano nei vigneti della storica Tenuta Greppo, la Riserva ha una produzione davvero limitata in quanto vengono utilizzate le uve provenienti dai vigneti più vecchi con oltre 25 anni d’età, dopo la raccolta viene fermentato con l’uso di lieviti indigeni e trascorre l’invecchiamento in grandi botti di rovere di Slavonia, come vuole la tradizione.

Foto di copertina fonte @WineNews.it

Visited 14 times, 1 visit(s) today
Condividi

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti e inviti agli eventi sul mondo del Vino
Close Search Window
Chiudi